Navigation mit Access Keys

Basi

Contenuto principale

 

Misure, osservazioni, valutazioni e risultati del modelli numerici: per il suo lavoro, il servizio di avviso valanghe ha a disposizione diversi dati. Solo la loro interazione permette di creare un bollettino delle valanghe affidabile nelle più svariate situazioni.

Misure

Per il bollettino delle valanghe, ma anche per scopi climatologici e idrologici, l’SLF gestisce una rete capillare di stazioni meteo. Questa viene descritta in internet nelle seguenti pagine:

 

Osservazioni e valutazioni

Per poter creare un bollettino delle valanghe affidabile è necessario disporre di informazioni aggiornate provenienti dal territorio. A tal fine, l’SLF gestisce una propria rete di osservatori. Gli osservatori ufficiali vengono formati dall’SLF, inviano regolarmente le loro osservazioni e vengono rimborsati per le loro segnalazioni. A seconda della situazione vengono rilevati dati in parte differenti, come ad es. valutazioni su neve fresca e ventata, segnali di allarme e distacchi di valanghe osservati e spesso anche una valutazione del pericolo di valanghe attuale.

Informazioni supplementari provengono dai servizi di protezione civile locali, dalle organizzazioni di soccorso, dalla polizia e non per ultimo dagli appassionati di sport invernali.

 

Osservatori SLF fissi

 
 

Alcuni degli osservatori dell’SLF sono fissi. Oltre a svolgere osservazioni, alcuni di essi rilevano anche misure su un campo di rilevamento dedicato, mentre altri sono liberi di scegliere dove svolgere le osservazioni e le valutazioni all’interno della loro area di competenza. Tutti gli osservatori segnalano, tra le altre cose, eventuali distacchi di valanghe, segnali di allarme e spesso anche una valutazione del pericolo di valanghe attuale. Se possibile, in inverno trasmettono le loro informazioni tutti i giorni, garantendo così una copertura completa delle informazioni. Le informazioni vengono trasmesse tra le ore 6:00 e le ore 8:00, oppure a mezzogiorno.

 

Reply public

Vista l’estensione delle Alpi svizzere e le differenze regionali, gli osservatori ufficiali non saranno mai in grado di rilevare tutto. Per questo motivo il servizio di avviso valanghe dipende anche dalle segnalazioni inviate dai privati. Cogliamo l’occasione per inviare tutte e tutti a segnalare le proprie osservazioni – grazie mille!

Quando il tempo a disposizione lo permette, i previsori cercano informazioni su eventuali valanghe anche su altre piattaforme come www.bergportal.ch o www.camp2camp.org.

Distacchi di valanghe

Oltre alle valanghe segnalate dagli osservatori, anche i servizi di soccorso segnalano eventuali valanghe catastrofiche. I previsori hanno inoltre accesso alle carte delle valanghe registrate di vari comprensori sciistici e alle valanghe raccolte dalle stazioni automatiche.

Profili stratigrafici e i test di stabilità

Stratificazione e stabilità del manto nevoso esercitano importanti effetti sul pericolo di valanghe, ma sono fattori difficili e complessi da rilevare. A tal fine, alcuni osservatori dell’SLF appositamente addestrati realizzano all’inizio e a metà di ogni mese – lungo tutto l’arco alpino svizzero – circa 40 profili su terreno pianeggiante presso campi di rilevamento fissi e circa 40 profili su pendio con test di stabilità (test del blocco di slittamento) presso pendii di prova significativi.

I profili su pendio e occasionalmente anche alcuni profili su terreno pianeggiante selezionati vengono pubblicati nella carta di stabilità del manto nevoso.

 

Previsioni meteo (modelli meteorologici e previsioni elaborate)

Una previsione del pericolo di valanghe si basa sempre anche su una previsione meteo. Per poter valutare a breve termine l’evoluzione delle condizioni meteo, i previsori possono accedere –tra gli altri – ai seguenti prodotti:

  • ai modelli meteo COSMO 1, COSMO E e COSMO 7 di MeteoSvizzera
  • al modello numerico globale ECMWF del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine
  • a diverse previsioni meteo e sulle precipitazioni elaborate da MeteoSvizzera
  • se necessario ad altri prodotti di altri fornitori

I previsori sono inoltre regolarmente in contatto con i previsori di MeteoSvizzera e di SRF Meteo, in modo da poter discutere personalmente anche situazioni difficili.

Modelli numerici del manto nevoso

Con il modello numerico del manto nevoso SNOWPACK sviluppato dall’SLF è possibile calcolare il manto nevoso a partire dai dati meteorologici. Insieme ad altre applicazioni, con SNOWPACK viene calcolata lungo tutto l’inverno, presso ogni sito in cui si trova una stazione nivologica IMIS, la struttura del manto nevoso. Questi calcoli vengono utilizzati dai previsori ad es. per determinare la quantità di neve fresca o durante il disgelo per prevedere le valanghe bagnate.

Informazioni provenienti dai paesi limitrofi

Il pericolo di valanghe non conosce frontiere nazionali. Per una migliore valutazione nelle regioni di confine, vengono inoltre scambiate periodicamente informazioni con i servizi di avviso valanghe dei paesi vicini. I previsori si impegnano attivamente nell’unione dei servizi di avviso valanghe europei EAWS (v. anche www.lawinen.org).