Navigation mit Access Keys

Nuova cattedra al CERC: idrologia ed effetti sul clima

Contenuto principale

  

Al centro di ricerca CERC, che ha sede presso l’SLF, insegna una nuova professoressa: il 14 luglio 2022, infatti, il consiglio dei PF ha nominato Manuela Brunner professoressa aggiunta tenure-track di idrologia e conseguenze climatiche nelle zone montane. La cattedra è detenuta congiuntamente dal WSL e dal Politecnico di Zurigo.

 

Manuela Brunner (classe 1989) ha conseguito un master in Scienze climatiche e un dottorato (PhD) in idrologia presso le Università di Zurigo e di Grenoble-Alpes. Attualmente è docente all’Università di Friburgo in Brisgovia. Si interessa principalmente di eventi climatici e idrologici estremi quali piene e siccità e si occupa di ricerca riguardante l’effetto dei cambiamenti climatici sul ciclo dell’acqua e le possibilità di prevedere i periodi di siccità estrema o le inondazioni. Ad esempio, sviluppa modelli statistici in grado di simulare eventi estremi e stimare le dimensioni delle piene.

Nella sua ancora giovane carriera, Brunner ha già ricevuto diversi premi scientifici e borse di studio come l’Outstanding Early Career Scientist Award, messo in palio dall’Hydrological Sciences Division della European Geosciences Union (EGU), e una fellowhip Ambizione assegnata dal Fondo nazionale svizzero (FNS).

La nomina di Brunner rappresenta una cattedra congiunta tra il Politecnico di Zurigo (Dipartimento di scienze dei sistemi ambientali) e l’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio WSL, nell’ambito del nuovo centro di ricerca CERC che ha sede presso il WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF. La professoressa Brunner si troverà dunque a insegnare a Davos da dove concentrerà la sua attività di ricerca soprattutto sull’influsso dei cambiamenti climatici su vari tipi di eventi estremi nelle zone montane. A tal proposito, la professoressa afferma: «Vorrei avviare un dialogo con gli stakeholder dei Grigioni e di altre regioni montane per capire quali sfide principali si trovano ad affrontare in relazione agli eventi estremi e ai cambiamenti climatici. La nostra ricerca intende contribuire affinché la società possa prepararsi al meglio ai futuri eventi estremi».

 

ULTERIORI INFORMAZIONI