Navigation mit Access Keys

Valanghe

Contenuto principale

 

Le valanghe sono un fenomeno affascinante, ma soprattutto pericoloso. Tra le nostre attività strategiche rientra quindi lo studio dei meccanismi che causano la loro formazione, delle loro dinamiche e dei sistemi di protezione contro le valanghe. Con il servizio di prevenzione valanghe per le Alpi svizzere, ottemperiamo a un importante compito nazionale.

 

Oggi riusciamo a comprendere bene come si forma una valanga e siamo quindi in grado di fornire informazioni affidabili sul pericolo di valanghe (attraverso il bollettino delle valanghe da noi pubblicato) ai responsabili della sicurezza dei comprensori sciistici e dei comuni così come a scialpinisti, freerider ed escursionisti con le racchette da neve.

Tuttavia non è possibile prevedere nel dettaglio perché, quando e dove esattamente si verificherà il distacco di una valanga. In laboratorio e sul campo studiamo come si formano gli strati fragili nel manto nevoso, come si generano e propagano le fratture al loro interno e come alla fine il manto nevoso inizia a scivolare. In poche parole, studiamo come si forma una valanga.

All’interno di una valanga si svolgono complessi processi fisici che dobbiamo comprendere per poter valutare correttamente la portata e la forza distruttiva dell’evento. Abbiamo quindi bisogno, per così dire, di gettare uno sguardo all’interno della valanga. Dal 1997 gestiamo nella Vallée de la Sionne (comune di Arbaz, VS) un sito sperimentale per la ricerca sulle valanghe unico nel suo genere, che grazie ai suoi strumenti tecnici ci permette di fare proprio questo. I dati raccolti ci consentono ad es. di sviluppare e migliorare i programmi di simulazione. Questi ultimi vengono a loro volta utilizzati dagli ingegneri di tutto il mondo per valutare il pericolo e pianificare le misure di protezione.

I centri abitati e le vie di comunicazione possono essere protetti dalle valanghe in diversi modi: evitando le aree esposte al pericolo, impedendo la formazione di valanghe tramite boschi od opere di difesa, riducendo al minimo gli effetti delle valanghe con opere protettive come gallerie oppure causando artificialmente il distacco di valanghe con l’aiuto di esplosioni prima che si accumuli troppa neve (per citarne solo alcune). I nostri compiti comprendono lo studio di quali effetti esercitano questi diversi approcci e di come possono essere combinati in modo ottimale. A tal fine analizziamo anche gli aspetti economici e giuridici.

Non per ultimo ci occupiamo anche degli incidenti da valanga che coinvolgono gli appassionati di sport invernali fuoripista al fine di trarne insegnamenti utili per la prevenzione.

 

Temi

Schneebrett

Come si formano le valanghe

L’eventuale formazione di una valanga e la sua localizzazione dipendono essenzialmente dalla struttura del manto nevoso. Il nostro istituto si occupa...

Erforschung Lawinendynamik

Dinamica delle valanghe

Per poter valutare correttamente il pericolo di valanghe, dobbiamo capire la vita interiore di una valanga. Questo ci permette di calcolare la...

Abseits der Piste

Nivologia e prevenzione

La maggior parte degli incidenti da valanga si verifica nelle zone fuoripista. Per ridurre il rischio di valanghe a un livello accettabile, è...

Lawinenbulletin

Servizio di avviso valanghe

Per conto della Confederazione, l’SLF è responsabile del servizio di prevenzione valanghe. Il bollettino delle valanghe viene elaborato e pubblicato...

Immagine: Stefan Margreth/ SLF

Protezione contro le valanghe

Proteggere i centri abitati e le vie di comunicazione dalle valanghe è indispensabile per poter vivere sulle Alpi. Il nostro istituto supporta i...

Lawinenunfall

Incidenti e valanghe catastrofiche

Gli eventi valanghivi vengono da noi registrati dettagliatamente in una banca dati. I resoconti invernali e le analisi sugli incidenti vantano una...

 

Attualità

Resoconto sulle condizioni meteorologiche, il manto nevoso, il pericolo di valanghe e diversi incidenti con danni a persone o cose (in tedesco).

 

Questa valanga di neve a lastroni (evidenziata in rosso) si è distaccata il 19 giugno 2014 travolgendo due persone che stavano scendendo dal Zinalrothorn. Gli alpinisti sono precipitati per diverse centinaia di metri lungo una parete rocciosa e i loro corpi sono stati recuperati privi di vita (Foto: B. Jelk).

Anche in estate, alcune parti delle Alpi sono esposte al pericolo di valanghe. Per le escursioni in montagna occorre quindi osservare alcune regole.

Durante l’assemblea generale, l’EAWS ha stabilito le direttive che regolano le procedure di votazione ed elezione. Foto: EAWS

I servizi di avviso valanghe europei si sono posti come obiettivo lo sviluppo di standard comuni nel settore della prevenzione contro le valanghe. In...

La zona di distacco dei seracchi nell’altopiano del Tibet. Foto: Wentao Hu

Un ricercatore cinese sta trascorrendo un mese presso l’SLF. Il suo obiettivo: imparare a valutare meglio, con l’aiuto di un software di simulazione...