WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF Link zu SLF Hauptseite Link zu WSL Hauptseite
 

Bollettino valanghe sino a giovedì, 27 aprile 2017

Nelle regioni meridionali in alcuni punti forte pericolo di valanghe

Edizione: 26.4., 17:00 Prossimo aggiornamento: 27.4., 18:00 Validità

Nelle regioni meridionali in alcuni punti forte pericolo di valanghe
Edizione: 26.4.2017, 17:00 / Prossimo aggiornamento: 27.4.2017, 18:00
Manto nevoso
Mercoledì la neve fresca e il vento hanno causato in quota e in alta montagna la formazione di accumuli di neve ventata, che cresceranno ulteriormente nella giornata di giovedì. Gli accumuli di neve ventata possono subire distacco già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali. Nelle regioni interessate dalle precipitazioni sono probabili anche valanghe spontanee, che potranno raggiungere dimensioni medie. A livello isolato, sui pendii esposti a nord questi distacchi potranno coinvolgere l'intero manto nevoso e assumere grandi dimensioni, specialmente nella fascia compresa fra i 2400 m e i 3000 m, dove nella parte basale del manto nevoso sono inglobati strati di neve a cristalli sfaccettati.
Retrospettiva meteo di mercoledì, 26.4.2017
Il tempo è stato molto nuvoloso e specialmente nelle regioni meridionali ci sono state nevicate intense e persistenti. Nelle regioni settentrionali, il limite delle nevicate è sceso dai 1800 m al di sotto dei 1000 m, mentre in quelle meridionali si è collocato attorno ai 1600 m circa.
Neve fresca
Da lunedì sera a mercoledì pomeriggio, al di sopra dei 2200 m circa sono cadute le seguenti quantità di neve:
  • Versante sudalpino centrale senza Sottoceneri, valle Bregaglia: dai 50 ai 80 cm, con punte locali sino a 100 cm
  • Valle di Goms superiore sud e Urseren sud, cresta principale delle Alpi dal passo del Lucomagno al passo del Bernina, val Poschiavo, Sottoceneri, Prealpi, regioni della cresta settentrionale delle Alpi al confine fra Berna e Vallese: dai 30 ai 50 cm
  • Restanti regioni: in molti punti dai 10 ai 30 cm tranne che nelle regioni alpine interne del Vallese, dove sono caduti solo pochi centimetri
Temperatura
Sul mezzogiorno a 2000 m intorno a 0 °C
Vento
Nella notte da moderato a forte in molte regioni, nel corso della giornata prevalentemente da debole a moderato, proveniente dai quadranti meridionali
Previsioni meteo sino a giovedì, 27.4.2017
Il tempo sarà molto nuvoloso. Inizialmente ci saranno nevicate in molte regioni. Nel corso della giornata le precipitazioni si attenueranno temporaneamente prima di intensificarsi di nuovo verso sera, in particolare nelle regioni sud orientali. Il limite delle nevicate si collocherà in una fascia compresa fra i 500 e gli 800 m nelle regioni settentrionali e intorno ai 1700 m circa in quelle meridionali.
Neve fresca
Sino a giovedì sera, al di sopra dei 2200 m circa cadranno le seguenti quantità di neve:
  • Cresta settentrionale delle Alpi a est della Reuss, cresta principale delle Alpi dal passo del Lucomagno al passo del Bernina, val Poschiavo, val Müstair, Obersaxen-valle de Safien, versante sudalpino centrale: dai 20 ai 40 cm
  • Resto del versante nordalpino, restante Vallese senza le regioni alpine interne, resto dei Grigioni: dai 10 ai 20 cm
  • Regioni alpine interne: pochi centimetri
Temperatura
Sul mezzogiorno a 2000 m compresa fra -6 °C nelle regioni settentrionali e +2 °C in quelle meridionali
Vento
  • Nella notte da moderato a forte in molte regioni, proveniente da sud ovest
  • Nel corso della giornata in lenta attenuazione e in rotazione verso nord
Tendenza sino a sabato, 29.4.2017
Venerdì
Venerdì, nelle regioni settentrionali ci saranno nevicate al di sopra dei 600 m circa, particolarmente intense sul versante nordalpino. Nelle regioni meridionali le precipitazioni cesseranno e il tempo diventerà progressivamente sempre più soleggiato con vento forte proveniente da nord. Nelle regioni settentrionali il pericolo di valanghe continuerà ad aumentare e in alcuni punti potrà raggiungere il grado 4 (forte). Nelle regioni meridionali il pericolo diminuirà lentamente. In molte regioni le condizioni in quota e in alta montagna saranno critiche.
Sabato
Nella notte fra venerdì e sabato le nevicate cesseranno anche nelle regioni settentrionali, dove nel corso della giornata il tempo sarà poi progressivamente sempre più soleggiato a partire da ovest. Nelle regioni meridionali il cielo sarà piuttosto soleggiato. Il vento proveniente da nord est sarà moderato e si attenuerà con il passare delle ore. Il pericolo di valanghe diminuirà lentamente. Per le escursioni è richiesta esperienza nella valutazione del pericolo valanghe.