WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF Link zu SLF Hauptseite Link zu WSL Hauptseite
 

Informazione

Questa pagina contiene JavaScript. È necessario abilitare JavaScript nel browser e ricaricare questa pagina. Alternativamente è possibile scaricare il bollettino completo in formato PDF.

Bollettino valanghe completo PDF

Bollettino valanghe sino a venerdì, 27 maggio 2016

Al mattino situazione valanghiva prevalentemente favorevole, pericolo di valanghe bagnate nel corso della giornata

Edizione: 25.5., 17:00 Prossimo aggiornamento: 27.5., 18:00 Validità

Al mattino situazione valanghiva prevalentemente favorevole, pericolo di valanghe bagnate nel corso della giornata
Edizione: 25.5.2016, 17:00 / Prossimo aggiornamento: 27.5.2016, 18:00
Pericolo di valanghe
Valanghe asciutte
In alcuni punti la neve fresca e quella ventata di inizio settimana può ancora subire un distacco da parte degli appassionati di sport invernali. Questi punti pericolosi si trovano soprattutto sui pendii molto ripidi d'alta montagna esposti a nord. Si raccomanda una prudente scelta dell'itinerario.
Valanghe bagnate
Con il rialzo termico e l'irradiazione solare, durante il giorno si prevedono valanghe bagnate soprattutto sui pendii esposti a nord al di sotto dei 3000 m circa, alle restanti esposizioni sino ai 4000 m circa. Specialmente sui pendii esposti a nord situati tra i 2400 m e i 3000 m, i distacchi possono coinvolgere gli strati più profondi del manto nevoso e dare origine a valanghe bagnate di medie dimensioni. A livello isolato, le vie di comunicazione d'alta quota esposte potranno essere minacciate. Le escursioni dovrebbero terminare per tempo. Il pericolo di valanghe non dovrebbe essere sottovalutato neanche lungo i sentieri escursionistici esposti d'alta quota.
Neve e meteo
Manto nevoso
Gli strati di neve fresca e ventata, in parte spessi, che si sono formati all'inizio della settimana si stanno progressivamente stabilizzando. Gli strati più profondi del manto nevoso si sono umidificati al di sotto dei 2800 m circa sui pendii esposti a nord e fino in alta montagna su quelli ripidi esposti a sud. Dopo notti serene, la superficie del manto nevoso è generalmente portante grazie al rigelo notturno. Solo sui pendii molto ripidi d'alta montagna esposti a nord è in parte ancora debolmente coesa.
Nel Vallese, sul versante nordalpino, nel nord del Ticino e nel nord dei Grigioni sono ancora presenti da 1 a 2 m di neve a 2500 m, con punte di circa 3 m in alcune zone delle regioni settentrionali. Nelle restanti regioni è presente circa 1 m di neve.
Retrospettiva meteo sino a domenica 22.05
Da domenica sera a martedì mattina, al di sopra dei 2500 m circa sono cadute le seguenti quantità di neve:
  • Versante nordalpino dallo Chablais alle Alpi Glaronesi, Vallese, alta Engadina, valle Bregaglia, val Poschiavo: dai 40 ai 60 cm
  • Restanti regioni: dai 20 ai 40 cm
La neve fresca è stata rimaneggiata dal vento a tratti forte proveniente da nord. Lunedì il limite delle nevicate è sceso temporaneamente sino ai 1200 m circa.
Martedì il tempo nelle regioni occidentali e meridionali è stato per lo più soleggiato. Nelle regioni settentrionali ci sono state schiarite nel corso della giornata. Il vento proveniente da nord si è attenuato nettamente.
Mercoledì il tempo è stato in gran parte soleggiato con vento debole. La soglia dello zero termico è salita intorno ai 3000 m circa.
Previsioni sino a venerdì 27.05
La notte fra mercoledì e giovedì sarà per lo più serena. Nel corso della giornata il tempo sarà soleggiato con addensamenti di nubi cumuliformi che si formeranno con il passare delle ore. La notte fra giovedì e venerdì sarà serena solo in parte. Nel corso della giornata il tempo sarà piuttosto soleggiato. Nel pomeriggio saranno possibili isolati rovesci e temporali.
In entrambi i giorni in quota soffierà un vento moderato da sud ovest. Giovedì la soglia dello zero termico salirà a 3200 m, venerdì intorno ai 3800 m.
Tendenza
Sabato il cielo sarà parzialmente soleggiato all'inizio, poi si formeranno rapidamente addensamenti cumuliformi che daranno origine a rovesci. Domenica sono previste precipitazioni in parte intense nelle regioni meridionali e occidentali. Il limite delle nevicate si collocherà oltre i 2500 m. Sabato il pericolo di valanghe asciutte continuerà a diminuire, per poi aumentare domenica nei settori d'alta montagna delle regioni occidentali e meridionali. Sabato il pericolo di valanghe bagnate aumenterà nel corso della giornata. Domenica con la pioggia si prevedono valanghe bagnate soprattutto sui pendii d'alta quota esposti a nord.

Qualora desideraste essere informati via SMS della pubblicazione di un bollettino straordinario delle valanghe, è sufficiente inviare un SMS con il testo "START SLF SOMMER" al numero 9234. Un SMS costa 20 centesimi.
È possibile ricevere informazioni sulla pubblicazione di un bollettino anche tramite feed RSS.