WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF Link zu SLF Hauptseite Link zu WSL Hauptseite
 

Informazione

Questa pagina contiene JavaScript. È necessario abilitare JavaScript nel browser e ricaricare questa pagina. Alternativamente è possibile scaricare il bollettino completo in formato PDF.

Bollettino valanghe completo PDF

Bollettino valanghe sino a giovedì, 23 ottobre 2014

Incursione dell'inverno nelle regioni settentrionali: molta neve fresca e pericolo di valanghe

Edizione: 21.10., 17:00 Prossimo aggiornamento: 23.10., 18:00 Validità

Incursione dell'inverno nelle regioni settentrionali: molta neve fresca e pericolo di valanghe
Edizione: 21.10.2014, 17:00 / Prossimo aggiornamento: 23.10.2014, 18:00
Pericolo di valanghe
Versante nordalpino dall'Oberland Bernese orientale al Liechtenstein, parte settentrionale dell'Alto Vallese, nord dei Grigioni, Tujetsch settentrionale e parte settentrionale della Bassa Engadina: con neve fresca e bufera prevalgono condizioni invernali. In quota il pericolo di valanghe aumenta al grado 3, "marcato". Una singola persona può provocare il distacco di valanghe di neve a lastroni. Sono previste valanghe spontanee, che soprattutto in alta montagna potranno raggiungere dimensioni medie. Alle quote di media montagna sono inoltre previste colate umide e valanghe da reptazione. Per praticare gli sport invernali è necessario avere esperienza nella valutazione del pericolo di valanghe.
Versante nordalpino dallo Chablais all'Oberland Bernese occidentale, Basso Vallese, parte meridionale dell'Alto Vallese, regioni ticinesi della cresta principale delle Alpi: In alcuni punti i nuovi accumuli di neve ventata possono essere distaccati facilmente. In alta montagna i punti pericolosi sono più diffusi. Alle quote di media montagna sono previste colate umide.
Ticino a sud della cresta principale delle Alpi: La neve è presente solo sui monti più alti. Singoli accumuli di neve ventata di piccole dimensioni devono essere valutati con attenzione sui terreni estremamente ripidi.
Neve e meteo
Manto nevoso
Il vento tempestoso proveniente da nord ovest causa un intenso trasporto eolico della neve fresca. In alta montagna la neve fresca e ventata si deposita su uno strato di neve vecchia spesso esteso. Prima delle nevicate, al di sotto dei 2800 m circa il suolo era caldo e privo di neve.
Retrospettiva sino a sabato 18.10
Da sabato a lunedì il tempo è stato prevalentemente soleggiato e decisamente mite, con una soglia dello zero termico situata in alcuni casi oltre i 4000 m. Nella notte fra lunedì e martedì, sul versante nordalpino sono caduti dai 20 ai 30 cm di neve al di sopra dei 2800 m circa. Nel corso della giornata il tempo è stato parzialmente soleggiato.
Previsioni sino a giovedì 23.10
Il vento tempestoso proveniente da nord ovest a nord causerà il ristagno sulle Alpi dell'aria umida di origine polare. Mercoledì nevicherà ovunque a eccezione delle regioni meridionali estreme; sul versante nordalpino le precipitazioni saranno abbondanti. Giovedì le abbondanti nevicate proseguiranno nelle regioni orientali. Nelle regioni occidentali e in Ticino il tempo sarà piuttosto soleggiato. Il limite delle nevicate si collocherà tra i 700 e i 1000 m. Visto che il suolo è ancora caldo, solo al di sopra di una fascia compresa tra i 1500 e i 2000 m si raggiungerà l'intera altezza del manto nevoso. Sino a giovedì sera cadranno complessivamente le seguenti quantità di neve:
  • Versante nordalpino dalle Alpi Bernesi orientali al Liechtenstein, parte settentrionale dell'Alto Vallese, nord dei Grigioni e parte settentrionale della Bassa Engadina: dai 60 agli 80 cm, con punte fino a 100 cm nelle Alpi Glaronesi e nel Silvretta
  • versante nordalpino dallo Chablais alle Alpi Bernesi occidentali, Basso Vallese, parte meridionale dell'Alto Vallese, centro dei Grigioni, restante Engadina: dai 20 ai 50 cm
  • Restanti regioni: lungo la cresta principale delle Alpi fino a 30 cm, più a sud asciutto
Tendenza
Venerdì 24.10 e sabato 25.10 il tempo in montagna sarà per lo più soleggiato e farà notevolmente più caldo. Il pericolo di valanghe diminuirà solo lentamente. Gli appassionati di sport invernali potranno ancora causare il distacco di valanghe. Con il rialzo termico e la radiazione solare, nelle regioni più colpite dalle precipitazioni sono inoltre previste colate umide spontanee anche alle quote di media montagna.

Qualora desideraste essere informati via SMS della pubblicazione di un bollettino straordinario delle valanghe, è sufficiente inviare un SMS con il testo "START SLF SOMMER" al numero 9234. Un SMS costa 20 centesimi.
È possibile ricevere informazioni sulla pubblicazione di un bollettino anche tramite feed RSS.